Strumenti personali

ZANICA -Jazz Cartoons

Lunedì 26 marzo 2012 - alle ore 21:30 - Al Vecchio Tagliere Zanica - Jazz Cartoons

“ JAZZ CARTOONS”
Al Vecchio Tagliere Zanica
Via Libertà, 87
Tel 035/675002

 Le melodie di Walt Disney sono nella mente di tutti, sia per la bellezza musicale, che per il richiamo alle immagini fantastiche dei celebri lungometraggi animati.
La rielaborazione delle colonne sonore disneyane si presenta come un’operazione di notevole spessore culturale, che coniuga le qualità solistiche ed improvvisative dei musicisti con l’immaginario collettivo di un pubblico di ogni età.

 

REPERTORIO

The bare necessities (Il libro della giungla, 1967)
Love is a song (Bambi, 1942)
When I see an elephant fly (Dumbo, 1941)
A dream is a wish your heart makes (Cenerentola, 1950)
Ev’rybody wants to be a cat (Gli aristogatti, 1970)
Someday my prince will come (Biancaneve e i sette nani, 1937)
Bibbidi-Bobbidi-Boo (Cenerentola, 1950)
Who’s afraid of the big bad wolf? (I tre piccoli porcellin, 1933)
The second star to the right (Peter Pan, 1953)
When you wish upon a star (Pinocchio, 1940)
Alice in wonderland (Alice nel paese delle meraviglie, 1951)
Cruella de Ville (La carica dei 101, 1961)

Silvia Infascelli – voce
Carlo Magni – pianoforte e arrangiamenti
Yuri Goloubev – contrabbasso

SILVIA INFASCELLI-VOCALS

Vocalist attiva in ambito jazz dagli anni ’90. Una grande passione e curiosità musicale la spingono ad avviare e sperimentare collaborazioni e progetti originali ed eterogenei. Dalla frequentazione del songbook afroamericano, ai progetti originali discografici, che la vedono anche in veste di autrice di musica e testi, fino alle collaborazioni come corista in progetti orchestrali, corali, di sperimentazione vocale.
Studi: Scuola di Musica Fiesole, Conservatorio di Bergamo, Mary Lindsey, Maggie Nichols, Ellen Christi, Jay Clayton, Elisabeth Howard, Mark Murphy, Franco D’Andrea, Scuola Jazz AIMRA LIONE Francia, Paolo Zedda, Maurizio Zappatini, Tiziana Ghiglioni, Gabriella Ravazzi, Mal Waldron, Steve Lacy, Giuseppe Costi, Jasmina Radanovich, Guillermo Rozenthuler, GMF School KRK Croazia, Oskar Boldre, TRAN QUANG HAI, Bob Stoloff.
Si esibisce in numerosi concerti e Festivals, con progetti originali in varie formazioni dal duo al quintetto, collabora con l’Ensemble Mobile diretta da G.Gaslini, R.Rota, C.Guarino, con solisti quali P.Fresu, G.L.Trovesi, T.Tracanna, E.Rava. Collabora come solista e corista nell’Omnia Orchestra di B.Santori, nel progetto ”Nel Cuore della Voce” con il Coro Senza Tempo in tournee con Anna Oxa. Dall’89 numerose collaborazioni didattiche come Docente di Canto Jazz, Tecnica e Improvvisazione Vocale. Dal ’90 iscritta alla SIAE come Compositrice di Musica e Autrice di testi.
Discografia:
Silvia Infascelli “ BLUE TRACKS” Cdpm/ Lion
G.Gaslini- Ensemble Mobile“ Jelly’s back in town “ DDD
Aura Trio “Nuda Terra” Map

CARLO MAGNI – pianoforte

Diplomatosi in pianoforte nel 1987 sotto la guida del M° Gino Rossi, presso il conservatorio di Mantova, Carlo Magni ha coltivato la passione per la musica afroamericana seguendo dapprima il filone del pianismo bianco contemporaneo facente capo alla poetica di Bill Evans, Paul Bley, Keith Jarrett e del compianto transalpino Michel Petrucciani, al quale hanno fatto seguito studi sul versante "black" degli ottantotto tasti, quello riguardante Bud Powell, Red Garland, Winton Kelly e, più recentemente, Herbie Hancock, Kenny Barron e Mulgrew Miller.Alla guida di proprie formazioni Magni ha partecipato ad alcuni dei più importanti Festival Jazz italiani, suonando nelle principali città italiane. Ha pubblicato quattro CD: "Introspection" (1992), "In Side Out" (1995), "Time Remembered" (1998) e "Besame Mucho" (2002), per i quali ha ricevuto riscontri critici sia a livello nazionale che internazionale. In particolare si segnala quella della rivista newyorchese Cadence (marzo '96). Il referendum indetto annualmente dal mensile Musica Jazz lo ha classificato al settimo posto nel Top Jazz nazionale riservato ai migliori nuovi talenti (1996).Numerose sono le sue collaborazioni sia a livello concertistico che discografico con musicisti di fama come i bassisti Ares Tavolazzi, Paolino Dalla Porta, Marco Micheli, Riccardo Fioravanti e Marco Ricci; i batteristi Giampiero Prina, Mauro Beggio, Ellade Bandini, Vittorio Marinoni, Stefano Bagnoli, Max Furian, Riccardo Biancoli ed Emanuele Maniscalco; i sassofonisti Mauro Negri, l'americano Michael Rosen, Emanuele Cisi, Giulio Visibelli, Michele Bozza e Fabrizio Mandolini; il trombettista Marco Brioschi, i chitarristi Franco Cerri, Bebo Ferra, Dario Faiella e Guido Di Leone ai quali vanno aggiunti l'armonicista Bruno de Filippi ed il vibrafonista Andrea Dulbecco. Sul fronte internazionale vanno citati i batteristi Heinrich Köbberling, Andrea Marcelli, Sebastian Merk e Bruno Pedroso, i bassisti Natuccio Capobianco, Johannes Fink, Jonathan Robinson, Peter Klinke e Bruno Pedroso, più il trombettista Tobias Netta. Negli anni scorsi Magni ha anche accompagnato due tra i maggiori esponenti del jazz mondiale: il chitarrista Jim Hall durante uno stage sull'improvvisazione ed il sassofonista Lee Konitz in contesto orchestrale.Nell'ambito della sua attività di compositore e arrangiatore ha realizzato, oltre agli originals di "In Side Out", alcuni progetti originali: "Fantasie di Walt Disney" con la vocalist Silvia Infascelli e un contest in duo con il clarinettista e sassofonista Guido Bombardieri, con il quale nel febbraio del '98 è stato ospite della RTI (Radio Televisione Svizzera Italiana). A fine novembre 2005 è uscito il suo quinto CD "Dialogues", registrato in coppia con Bombardieri in occasione del festival Bergamo Jazz 2004: il brano "Lisboa" è stato trasmesso nel mese di dicembre '05 da Radio Tre Rai, nella trasmissione Battiti.Dal 2001 Magni ha introdotto nei suoi recitals anche una rilettura del repertorio ragtime, riproponendo al pubblico alcune delle più significative composizioni di Scott Joplin e del piano jazz tradizionale con trascrizioni del genere stride piano, portato alla ribalta nel quartiere di Harlem dal geniale pianista di colore James P. Johnson.Nel maggio 2004 si è esibito in un tour di tre giorni nei principali jazz club della capitale tedesca Berlino, riscuotendo l'unanime consenso di critica e di pubblico, ripetendosi poi a settembre a Lisbona, per quattro concerti presso il Centro Culturale di Belem ed il celeberrimo Hot Clube de Portugal. Sue composizioni sono state eseguite nel febbraio 2005 presso alcuni jazz club europei: a Copenaghen in Danimarca e a Monaco di Baviera in Germania. Sempre a febbraio il ritorno a Berlino, per una serie di concerti. Nel mese di agosto 2005 è stato invitato dalla RTSI a presentare il progetto "Fantasie di Walt Disney" al 58° Festival del Cinema di Locarno in Svizzera. Nel mese di ottobre 2006 Magni è tornato a Lisbona, per tre concerti presso l'Hot Clube. A cavallo tra la fine del 2009 e l'inizio del 2010 una nuova tappa a Berlino, per alcuni concerti presso il rinomato Schlot, uno dei più importanti jazz club della città. Nel 2011 l’uscita del nuovo lavoro discografico, “NOTTURNI”.
E' inoltre impegnato nella didattica musicale sia sul versante classico che jazzistico.

 

YURI GOLOUBEV – contrabbasso

Nato a Mosca nel 1972. Nel 2004, trasferitosi in Italia, si dedica esclusivamente alla musica jazz. Si è laureato in contrabbasso nel 1995 presso il Conservatorio Caikovskij di Mosca, dove ha studiato anche composizione. Nel 2002 è stato il più giovane contrabbassista russo ad aver ricevuto dal Governo Russo il prestigioso titolo di "Artista ad Honorem della Federazione Russa". Dal 2007 al 2009 insegna al Centro Professione Musica (CPM), Milano, dal 2010 è professore di contrabbasso jazz presso il Conservatorio Statale F. Bonporti (Trento). Dal 2011 abita a Lucerna (Svizzera). Collabora con grandi jazzisti quali Kenny Werner, Enrico Pieranunzi, Gwilym Simcock, Tim Garland, Stan Sulzmann, Rick Margitza, Tullio De Piscopo, Rosario Giuliani, John Law, Paul Bollenback, Mike Serin, Miles Griffith, Shawnn Monteiro, Bill Smith, Klaus Gesing, Wolfgang Muthspiel, Julian Arguelles, Claudio Fasoli, Giovanni Falzone, Paolo Fresu, Francesco Bearzatti, Fabrizio Bosso, Michael Rosen, Benjamin Henocq, Mahnu Roche, Asaf Sirkis, Ron Horton, Guido Manusardi, Bebo Ferra, U.T. Gandhi, Glauco Venier, Andrea Dulbecco, Gabriele Mirabassi, Massimo Manzi e moltissimi altri. Appare sui palcoscenici di importanti jazz festivalcome London Jazz Festival, Bangkok Jazz Festival, Leverkusener Jazztaege (Germania), Perth Festival (Australia), Umbria Jazz (Italia), North Sea Jazz (Olanda), Iseo Jazz (Italia), Piacenza Jazz Fest (Italia), Loulé Jazz Festival (Portogallo), Boheme Jazz (Russia), St.Petersburg Jazz Spring (Russia), Saalfelden Jazz Festival (Austria), Jazz Carnival (Ucraine), Jazzahead (Germania), Brecon Jazz Festival (Inghilterra), Estival Jazz Lugano (Svizzera)... Ha partecipato a più di 80 registrazioni CD e ha scritto numerosi brani jazzistici e da camera, come anche trascrizioni che sono state pubblicate in Russia, Germania e negli Stati Uniti. Ha inoltre tenuto master-classes negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, Irlanda e Italia.Gli hanno dedicato ritratti riviste e giornali come Harper's Bazaar, All About Jazz USA, Jazz Magazine, Jazzit, Corriere Della Sera, La Stampa e molti altri. Il primo premio nel Concorso Nazionale degli studenti lo ha portato a diventare il Primo Contrabbasso di "Ensemble XXI" Orchestra da Camera (1990 - 1991) diretta da Lygia O'Riordan; nella stagione 1991 - 1992 si esibiva con l'orchestra del Teatro Bolshoi di Mosca e dal 1992 al 2004 è stato Primo Contrabbasso di una delle più celebri orchestre da camera del mondo, I Solisti di Mosca di Yuri Bashmet. In questo contesto ha collaborato con alcuni dei massimi musicisti contemporanei come Gidon Kremer, Sviatoslav Richter, Mstislav Rostropovich, Barbara Hendricks, James Galway, Lynn Harrell, Thomas Quasthoff, Vladimir Spivakov, Maxim Vengerov, Shlomo Mintz, Sarah Chang, Mario Brunello, Uto Ughi, Kim Kashkashian - solo per citarne alcuni. Si è esibito nelle più importanti sale da concerto del mondo - Carnegie Hall di New York, Suntory Hall di Tokyo, Concertgebouw di Amsterdam, Musikverein di Vienna, Salle Pleyel di Parigi, Royal Albert Hall di Londra, Palacio de Bellas Artes nel Messico, Sydney Opera House, Palais des Beaux Arts di Bruxelles, Accademia di Santa Cecilia a Roma, Megaron di Atene, Gewandhaus di Lipsia e in grandi festival come Bath Music Festival (Gran Bretagna), Omaggio a Roma (Italia), Casals Festival (Puerto Rico), Festival di Perth (Australia), Prestige de la Musique (Francia), Kuhmo Chamber Music Festival (Finlandia), Hong Kong Festival of the Arts e molti altri.

L'ingresso è libero - Vi aspettiamo!